LA CELIACHIA

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, che si manifesta in soggetti geneticamente predisposti che consumano glutine.
I sintomi di tale malattia sono molto variabili a seconda dei soggetti; vanno da disturbi extraintestinali , dimagrimento, forme di malattie autoimmuni, dermatite erpetiforme.
Il glutine è un complesso di sostanze azotate che si formano durante l’impasto, in presenza di acqua e farine quali frumento, farro, orzo, kamut , spelta, triticale, segale.
Sull’avena ci sono invece diverse correnti di pensiero, in quanto per la maggior parte dei celiaci non risulta tossica, ma non vi è ancora chiarezza sull’argomento.
La celiachia può essere diagnosticata attraverso un’analisi del sangue per rilevare i valori degli anticorpi e la biopsia della mucosa duodenale anche se attualmente la ricerca sta studiando altre metodologie meno invasive per la diagnosi.
L’unico modo per tutelarsi dalla celiachia è mantenere una dieta priva di glutine.
In notevole crescita è anche il fenomeno dei soggetti intolleranti al glutine, cioè quelli a cui non è stata diagnosticata la celiachia, ma presentano comunque disturbi che derivano dal consumo di glutine.
Oggi in commercio si trovano innumerevoli prodotti destinati a questo tipo di dieta, e riportano tutti il marchio dell’AIC; di cui la maggior parte acquistabili anche con i buoni messi a disposizione al soggetto celiaco.

Esiste anche un prontuario dove poter ricercare gli alimenti al momento dell’acquisto per valutarne il rischio.
Tuttavia se avete dei sospetti a riguardo, affidatevi sempre a degli esperti per la diagnosi dei vostri disturbi.
Per approfondire l’argomento in un modo consapevole clicca qui il link del sito ufficiale AIC.